Notizie Uncategorized

Assemblea Ordinaria degli Iscritti

Assemblea ORDINARIA degli iscritti 30/03/2020

Gentile collega,
sono lieto di invitarLa all’Assemblea ORDINARIA degli iscritti che avrà luogo in prima convocazione alle ore 00:00 del giorno 29 marzo 2021 presso la sede dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Rimini, via Flaminia 185/E e in seconda convocazione il giorno 30 marzo 2021 alle ore 16:00 sulla piattaforma Zoom con i seguenti riferimenti:

Il riconoscimento dell’iscritto sarà effettuato attraverso nome, cognome e numero di iscrizione
all’albo.
Ordine del giorno:
1. comunicazioni del Presidente;
2. relazione del Collegio dei Revisori dei Conti e della Tesoriera;
3. approvazione bilancio consuntivo anno 2020
4. proposta di variazione della quota associativa anno 2021;
5. approvazione bilancio preventivo anno 2021.

Nel caso in cui risulti impossibilitato a partecipare, La invito a delegare un collega iscritto di
Sua fiducia, sono ammesse massimo due deleghe per ogni delegato. La delega potrà essere trasmessa, utilizzando il proprio indirizzo PEC, all’indirizzo rimini@cert.ordine-opi.it oppure via fax al numero 0541 902768.

Colgo l’occasione per comunicarLe che il pagamento della quota di iscrizione annuale può avvenire unicamente attraverso il sistema PagoPA (www.pagopa.gov.it) cui OPI Rimini aderisce ai sensi dell’art. 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale (D.L. n. 82 del 07/03/2005) e in conformità al D.L. 179/2012.
L’avviso di pagamento della quota di iscrizione relativa all’anno 2021 le sarà comunicato tramite PEC.
A tal fine Le ricordo inoltre che, ai sensi del D.L. 76/2020 (Decreto semplificazioni), i professionisti hanno l’obbligo di attivare e comunicare all’Ordine di appartenenza il proprio indirizzo PEC (domicilio digitale), pena la sospensione dall’Albo. OPI Rimini fornisce gratuitamente un indirizzo PEC ai propri iscritti, le indicazioni sono presenti nella specifica sezione del sito www.opirimini.it
In attesa di incontrarci, l’occasione è gradita per porgerLe i migliori saluti.

Il Presidente
Nicola Colamaria